Regione Piemonte

Ovini predati nell’Alto Astigiano: confermata la presenza di lupi

Pubblicato il 26 novembre 2018 • Agricoltura 14022 Castelnuovo Don Bosco AT, Italia

Secondo le analisi fatte dall'Ispra su alcuni campioni biologici prelevati su una pecora predata che sono state rese note nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso il Municipio di Lauriano, organizzata dalla Città metropolitana di Torino in collaborazione con i comuni di Casalborgone e Lauriano, si rileva che siano proprio lupi quelli che hanno sbranato pecore e montoni anche nell’area tra Berzano S.Pietro, Castelnuovo don Bosco, Passerano-Marmorito.
E’ stato spiegato il picco di predazioni avvenuto nelle ultime settimane è legato alla naturale espansione territoriale di questo predatore, che spinge i nuovi nati alla ricerca di un territorio idoneo e libero da esemplari della stessa specie.
I Sindaci del territorio, chiedono che la Regione Piemonte che ha la competenza sulla fauna selvatica, riunisca tutte le varie professionalità presenti sul territorio (Asl, Carabinieri e Carabinieri forestali, Parchi, Provincie, Polizie locali etc), per impostare un piano di azione comune che tenda a mitigare l'aspetto negativo che la presenza del lupo porta con sé.
La Regione Piemonte ha messo a disposizione dei contributi economici per la stipula di un'assicurazione specifica e il rimborso delle spese per l'acquisto di recinzioni elettrificate e cani da guardania, a cui gli allevatori potranno accedere tramite le proprie associazioni di categoria.
Si proporrà di organizzare anche incontri educativi sulla biologia ed etologia del lupo condotti dagli esperti della servizio Tutela della fauna e della flora, in modo che tutti possano avere indicazioni adeguate su come proteggere i propri animali d'allevamento".
Chiunque avvistasse un canide libero ovvero un animale predato, in ambiente rurale, può contattare i numeri della Polizia Municipale di Castelnuovo don Bosco – 011 9876.165 int. 1.

Ufficio Presidente Unione dei comuni Alto Astigiano